0827 270013 galcilsi@galcilsi.it

Le Sentinelle dell’Aria

Home / oasi parlante / Le Sentinelle dell’Aria

Ehi tu…ciao! Si si, siamo proprio noi! Non ci vedi? Fa un passo avanti, prova ad avvicinarti di più, si si, avvicinati di più al tronco dell’albero! Ora ci vedi? Siamo quelle croste colorate ben aderenti al tronco, fratelli e cugini di un’unica, grande comunità! Non sai cosa siamo? Beh, se vieni dalla città non facciamo fatica a crederlo! Noi siamo Licheni, e viviamo solo dove l’aria è pulita, ecco perché in città non ci hai mai visti! Siamo talmente selettivi nella scelta dei luoghi in cui crescere e siamo talmente vulnerabili che gli uomini ci chiamano “Bioindicatori” e cioè organismi che con la loro presenza indicano che l’ambiente in cui ti trovi è integro e di buona qualità. Quindi respira a pieni polmoni, se ci siamo noi l’aria è pulitissima! Nei luoghi naturali cresciamo talmente bene che sembriamo ciuffi d’erba che scendono dai rami degli alberi ma la nostra crescita è lentissima, appena un millimetro all’anno! … come dici? No, ho detto ciuffi d’erba, è vero, ma noi non siamo vegetali … o meglio, non solo! Si, hai ragione, potremmo sembrare simili ai muschi ma osserva bene, guarda quante differenze! Vedi come i nostri colori sono diversi da quelli del muschio? Noi possiamo essere gialli, verdognoli, arancioni, perfino azzurri! Un muschio non potrebbe mai aspirare ad una tale varietà cromatica! E poi prova un po’ a toccarci. Su, avanti, non fare il timido, strofina delicatamente le tue dita su di noi! Riesci a sentire quanto siamo ruvidi e rigidi? Abbiamo la scorza dura noi, mica siamo teneri come il muschio?! Noi siamo una coppia, un duo, una squadra, un’unione perfetta tra due organismi estremamente diversi tra loro: un fungo e un’alga! Insieme siamo imbattibili e l’uno non può fare a meno dell’altra! Perché? Perché l’alga, che è priva di radici e fusto ed è un organismo unicellulare, da sola non riuscirebbe mai a sopravvivere sulla terra ferma, morirebbe essiccata in men che non si dica! Il fungo, dal canto suo, è incapace di fare la fotosintesi e nutrirsi e ha bisogno che qualcun’altro lo faccia per lui. E’ per questo che un giorno, tanto tempo fa, l’alga si mise in cerca del fungo e quando lo trovò gli chiese di ospitarla dentro di lui, in modo che avrebbe potuto sopravvivere ben protetta nel suo corpo. Il fungo esitò un po’ di fronte ad una richiesta così stramba ma alla fine decise di accettare chiedendole cosa avrebbe ricevuto in cambio e l’alga, senza esitare, gli rispose “io ti nutrirò facendo la fotosintesi!”. Da quel momento i due sono divenuti una cosa sola e vivono tutta la loro vita in simbiosi! Tanto tempo fa eravamo molto comuni ma ora, con il dilagare dell’inquinamento atmosferico, sopravviviamo solo nei luoghi più sani, proprio come qui nell’Oasi WWF Lago di Conza. Da oggi in poi, quando ci vedrai, saprai che ti trovi in un luogo pulito! Allora ciao e grazie per averci ascoltato, è stato bello conoscerti!

Print Friendly
happywheels
Aggiornamenti recenti