Comunicato_stampa_2 | Print |
Monday, 22 November 2010 05:20

“23 novembre 1980-2010: tra emergenza e programmazione”
Ciclo di seminari organizzati da Gal Cilsi
“Valorizzazione delle produzioni artigianali e delle filiere agroalimentari di pregio”
Giovedì 18 novembre 2010 - Villamaina, Rocca San Felice (AV)


Comunicato Stampa

Nel trentennale del terribile terremoto che colpì l’Irpinia ed altre aree della Campania e Basilicata, Il Gal Cilsi (Centro d’Iniziativa Leader per lo Sviluppo dell’Irpinia) inaugura giovedì 18 novembre 2010 un ciclo di seminari per presentare e dibattere una serie di progetti, buone pratiche e casi di studio legati all’area del cratere irpino, nel segno della cultura della programmazione in luogo di quella dell’emergenza.

La prima delle sei giornate di incontri che vedranno impegnati esperti, docenti universitari, tecnici, testimoni privilegiati, rappresentanti istituzionali e dell’associazionismo economico, sociale e culturale, si articola in due sessioni, di cui quella mattutina, con inizio alle ore 9.30, si tiene a Villamaina presso l’Antica Taverna, mentre quella pomeridiana, con inizio alle ore 16.00, si tiene a Rocca San Felice presso il Ristorante la Ripa.

Nella sessione mattutina di Villamaina, dopo i saluti del sindaco Michele Marruzzo e del presidente GAL CILSI Ettore Mocella, Mario Salzarulo, coordinatore del GAL CILSI, apre i lavori in cui verranno analizzate una serie di esperienze mirate alla valorizzazione delle produzioni artigianali  e delle filiere agroalimentari di pregio. Sono previsti gli interventi di Nicola Trunfio, assessore del comune di Villamaina, Angelo Peretta, dirigente STAPA CePICA Avellino, Maria Sarnataro, vice presidente ONAF, Piero Sardo, presidente Fondazione Slow Food per la Biodiversità, di diversi operatori agricoli ed artigianali e ristoratori locali, come pure rappresentanti delle associazioni di categoria partner del GAL CILSI.

Situato nel cuore della verde Irpinia su una collina che domina sulla vallata del Fredane e si affaccia sulla più celebre Valle di Ansanto, Villamaina è un paesino che supera appena i mille abitanti. E’ un paese piccolo ma  ricco di storia (romana, normanna, longobarda, moderna), oggi ha un aspetto moderno, in quanto quasi interamente dopo essere stato gravemente danneggiato dal sisma del 23 Novembre 1980. Attualmente il comune si compone di ben 36 contade, la più nota delle quali è quella dei Bagni, dove si trovano le Terme di san Teodoro. Oltre alla sua naturale vocazione turistica, può dirsi essenzialmente agricolo (cereali, tabacco, ortaggi, vite e ulivo).

Nella sessione pomeridiana a Rocca San Felice, dopo i saluti del sindaco Giuseppe Fiorillo, Serafino Celano, responsabile SAT/GAL CILSI apre i lavori che saranno incentrati sulle linee strategiche del PSL (Piano di Sviluppo Locale) approvato dalla Regione Campania (ASSE 4 del PSR 2007-2013) e sulle proposte di implementazione di reti territoriali tematiche. Sono previsti gli interventi di Vincenzo D’Amato, presidente Ordine Medici Veterinari, Gaetano Pascale, presidente Slow Food Campania, Alfonso Tartaglia, direttore STAPA CePICA, Roberto Rubino, presidente ANFOSC e Raffaele Coppola, assessore agricoltura della Provincia di Avellino. Coordinerà il seminario Giustino Catalano, fiduciario Slow Food, ed è annunciata la partecipazione dei sindaci di altri comuni ricadenti nell’area del Carmasciano.

Rocca San Felice è situato tra i fiumi Fredane e Ufita, ai piedi della collina su cui sorge un castello ubicato in splendida posizione panoramica, da cui si domina la sottostante mitica "Ampsanctus" o "Ansanctus" (Valle d'Ansanto). Il paese irpino è un luogo di grande suggestione, oltre che archeologica e paesaggistica, anche naturalistica ed ambientale. Immerso nel verde delle campagne e dei boschi circostanti, come il Bosco di Migliano, è prossimo al piccolo lago della Mefite, da cui fuoriesce gas naturale che fa ribollire la terra fangosa.

Gli incontri sono tutti aperti al pubblico e gratuiti, ed è previsto il rilascio di un attestato.

Per partecipare è necessario prenotarsi compilando l’apposito modulo on-line, che si trova sul sito web www.galcilsi.it, o contattando gli uffici del GAL CILSI, piazza della Vittoria 20/22 - 83047 Lioni (AV) - tel.: 0827 270013, fax: 0827 270942, e-mail: This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it .


Andrea Paglia
Ufficio Stampa
This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it

+ 39 339 6229656