Comunicati stampa

Qui sono disponibili, sotto forma di blog, i comunicati stampa rilasciati in preparazione del ciclo di seminari organizzati dal GAL CILSI sui temi dell'economia e dello sviluppo locale nell'area del cratere irpino



Comunicato_stampa 5 PDF  | Print |
Tuesday, 23 November 2010 05:28

“23 novembre 1980-2010: tra emergenza e programmazione”
Ciclo di seminari organizzati da Gal Cilsi
“Esperienze di sviluppo locale nelle zone interne: problemi e prospettive a trent'anni dal terremoto del 1980“
Martedì 23 novembre 2010 - Lioni (AV)


Comunicato Stampa



Si concluderà oggi, anniversario del sisma del 1980, il ciclo di seminari itineranti promossi dal Gal Cilsi, dal titolo: “Esperienze di sviluppo locale nelle zone interne: problemi e prospettive a trent’anni dal terremoto del 1980”. Il seminario conclusivo del Gal Cilsi si svolgerà a Lioni, a partire dalle ore 9 e 30, con il seguente programma:

Saluti:
Rodolfo Salzarulo - Sindaco di Lioni
Ettore Mocella - Presidente GAL CILSI
Giuseppe Di Mila - Presidente Comunità Montana Alta Irpinia
Gaetano Calabrese - Consigliere provinciale
Stefano Farina - Consigliere provinciale

Apertura lavori:
Mario Salzarulo - Coordinatore GAL CILSI

Interventi:
Serafino Celano - Responsabile SAT/GAL CILSI, "Le linee strategiche del Piano di Sviluppo di Sviluppo Locale Terre d’Irpinia"
Lorenzo Barbera - CRESM (Centro di Ricerche Economiche e Sociali per il Meridione), "L’insegnamento del Belice e dell’Irpinia tra emergenza e programmazione"
Ornella Albolino - Università degli Studi di Napoli - l’Orientale, "Esperienze di sviluppo locale nelle aree interne"
Donato Tartaglia - Responsabile tecnico del PIT Valle Ofanto, "Beni culturali e sviluppo: l’esperienza del Progetto Integrato Territoriale"
Giuseppe Di Iorio - ASI Avellino, "L’industrializzazione nell’area del cratere"
Rappresentanti delle associazioni e delle organizzazioni di Categoria partner del GAL CILSI, "Il ruolo dell’associazionismo economico e sociale a supporto degli operatori locali"
Nuccia Tasca – Sociologa / Agente di Sviluppo, "Un intervento per l’emersione del lavoro femminile nell’area del cratere all’indomani del terremoto del 1980"
 Osvaldo Cammarota - Presidente Rete Sistemi Locali di Sviluppo Territoriale Campania, "Fattori immateriali e sviluppo locale"
Dario Cacace - Rete Rurale Nazionale, "Il ruolo dei GAL nelle politiche di sviluppo locale"
Giuseppe Allocca – Dirigente Regionale Settore Rapporti con Province, Comuni, Comunità Montane, "Il ruolo degli enti locali nelle politiche di sviluppo"

Conclusioni:
Alfonso Tartaglia - Direttore STAPA CePICA Avellino
On. Rosetta D’Amelio – Consigliere Regionale (Segr. Commissione Agricoltura Regione Campania)
On. Cosimo Sibilia - Presidente Amministrazione Provinciale di Avellino

Coordinamento: Luisa Cavaliere

È assicurata la presenza di rappresentanti dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania -Asse 4 Approccio LEADER - PSR 007/2013

Andrea Paglia
Ufficio Stampa
This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it
+ 39 339 6229656
 
Comunicato_stampa 4 PDF  | Print |
Monday, 22 November 2010 05:34

“23 novembre 1980-2010: tra emergenza e programmazione”
Ciclo di seminari organizzati da Gal Cilsi
“La rete interregionale per il "Patto Val d'Ofanto" - Irpinia, Basilicata e Puglia“
Sabato 20 novembre 2010 - Morra De Sanctis, Conza della Campania (AV)


Comunicato Stampa


«Il patto Val d’Ofanto può rilanciare a livello internazionale anche il Parco letterario “Francesco De Sanctis”. La proposta è quella di costituire una rete socio-culturale tra la nostra provincia, la Puglia e la Basilicata». Questa la visione di Gerardo Capozza, sindaco di Morra De Sanctis, intervenuto al seminario del Gal Cilsi presso il Castello Biondi Morra. Nel corso del dibattito è stato presentato il libro “Novembre” di Domenico Cipriano con immagini del terremoto dell’Ottanta. Secondo Cipriano «la poesia può contribuire a legare il tessuto antropologico-culturale e sanare la frattura tra passato e presente, soprattutto tra le nuove generazioni».

Soddisfatto della partecipazione ai seminari “Tra emergenza e programmazione” il coordinatore del Gal Cilsi, Mario Salzarulo: «Il parco letterario – ha affermato – è inquadrato in una rete lunga con tutti i Gal della valle dell’Ofanto e il Piano di sviluppo locale prevede una forte azione di rilancio del Parco stesso». Agostino Pelullo, gruppo di lavoro del Parco, ha ricordato le attività formative, come i corsi di scrittura Holden, e gli interventi di intellettuali e studiosi, come Dante Della Terza, nelle varie iniziative. Il vicepresidente EuroIDEES, Emmanuele Daluiso, ha ribadito l’importanza del Patto territoriale Val d’Ofanto in un’ottica che riesca a superare le frammentarie politiche di sviluppo.

A coordinare il seminario il giornalista Luca Cipriano. Secondo il neo-presidente del Teatro “Gesualdo” di Avellino servono azioni che possano coniugare cultura e occupazione. «In questo senso - ha ricordato Cipriano – è incoraggiante l’interesse dei media nazionali, come il Tg2, per il Castello di Morra De Sanctis». E difatti Mauro Iacoviello, responsabile Agenzia Territoriale per l’Ambiente, ha parlato della validità del paesaggio come elemento aggregante e possibile attrattore per il cinema e cultura. Nel pomeriggio discussione aperta a Conza Della Campania. Domani a Torella dei Lombardi l’appuntamento del Gal Cilsi si rinnova con i temi dell’associazionismo. Saranno presenti, tra gli altri, il procuratore Antonio Guerriero e l’onorevole Rosa D’Amelio. In più la partecipazione dei rappresentanti dei volontari del 1980. La giornata si svolgerà al Castello Candriano alle ore 16.00.

Gli incontri sono tutti aperti al pubblico e gratuiti, ed è previsto il rilascio di un attestato.

Per partecipare è necessario prenotarsi compilando l’apposito modulo on-line, che si trova sul sito web www.galcilsi.it, o contattando gli uffici del GAL CILSI, piazza della Vittoria 20/22 - 83047 Lioni (AV) - tel.: 0827 270013, fax: 0827 270942, e-mail: This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it

Andrea Paglia
Ufficio Stampa
This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it
+ 39 339 6229656


 
Comunicato_stampa 3 PDF  | Print |
Monday, 22 November 2010 05:27

“23 novembre 1980-2010: tra emergenza e programmazione”
Ciclo di seminari organizzati da Gal Cilsi
“Pianificazione territoriale e urbanistica: qualità dei borghi e del paesaggio rurale“
Venerdì 19 novembre 2010 - Bisaccia, Calitri (AV)


Comunicato Stampa

"Rievocare gli eventi può servire relativamente. In questa fase occorre elaborare soluzioni in tutti i campi. Ma diciamo no al conflitto tra modelli, allo scontro tra industria e agricoltura per esempio. C’è bisogno di una sintesi. E allora le possibilità sono infinite: non solo strade ma energie e strutture rinnovabili. La tecnologia lo permette, tutto sta a sfruttare le opportunità offerte". Così il presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Avellino, Michele Carovello, nel seminario di Bisaccia organizzato dal Gal Cilsi. Il ciclo d’incontri “Tra emergenza e programmazione” continua a mettere le basi per un ripensamento dell’identità territoriale altirpina.

La discussione al Castello Ducale è stata incentrata sui borghi e sulle potenzialità di sviluppo turistico e sulla vivibilità dei piccoli paesini dell’Irpinia orientale. In questo senso molto incisiva la testimonianza di Emma Basile, l’artefice dei flussi di turisti dal Nord Europa e dagli Stati Uniti verso Calitri. La Basile parlato della sua esperienza di operatrice turistico-immobiliare: "Ho deciso di fare turismo nel mio paese. All’inizio mi sono scontrata con l’immobilismo. Ho continuato ma purtroppo riscontro la scarsa conoscenza delle potenzialità dei luoghi. Quello che ha fatto decollare Calitri, con la pubblicazione sulla rivista International Living, sono le cose su cui pochi avevano scommesso: i borghi, la natura, gli anziani. Ma nel frattempo, aspettando e cercando di favorire i flussi turistici dall’estero, dobbiamo organizzarci per rendere fruibile il territorio. Non solo aria ma anche servizi compatibili con il territorio". Dal presidente provinciale dell’Ordine dei Geometri, Antonio Santosuosso, un secco 'no' alle cattedrali nel deserto. "Preservare i borghi è importante, ma in Trentino convivono esempi un ottima industrializzazione e rispetto per l’ambiente". Della necessità di cooperare tra più enti e più persone ha parlato Mario Salzarulo, coordinatore Gal Cilsi: "Abbiamo la necessità di fare squadra. In questi seminari abbiamo voluto riannodare i vecchi contatti, quelli che sono stati e hanno studiato su questi territori. Abbiamo assistito al fallimento totale dell’industrializzazione. Qualcuno però è rimasto e non mancano le esperienze positivi".
A Bisaccia erano presenti ingegneri, geometri, architetti. Dopo il saluti del sindaco, Salvatore Frullone, gli interventi di Serafino Celano, res. Sat – Gal Cilsi, Agostino Pelullo, delegato sviluppo locale del Comune, Donato Tartaglia, responsabile tecnico Pit Valle Ofanto, di Vito De Nicola, architetto Sovrintendenza Beni Culturali, di Antonio Mango, di Canio Zarrilli, ordine architetti PPC. Conclusioni e analisi del prof. Attilio Belli, docente di Urbanistica alla Federico II di Napoli. Il 20 novembre a Morra De Sanctis verrà lanciato il Patto Val d’Ofanto e si parlerò di storia e letteratura. Al centro il parco letterario. A Conza della Campania spazio per i temi ambientali.

Gli incontri sono tutti aperti al pubblico e gratuiti, ed è previsto il rilascio di un attestato.

Per partecipare è necessario prenotarsi compilando l’apposito modulo on-line, che si trova sul sito web www.galcilsi.it, o contattando gli uffici del GAL CILSI, piazza della Vittoria 20/22 - 83047 Lioni (AV) - tel.: 0827 270013, fax: 0827 270942, e-mail: This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it .


Andrea Paglia
Ufficio Stampa
This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it
+ 39 339 6229656

 
Comunicato_stampa_2 PDF  | Print |
Monday, 22 November 2010 05:20

“23 novembre 1980-2010: tra emergenza e programmazione”
Ciclo di seminari organizzati da Gal Cilsi
“Valorizzazione delle produzioni artigianali e delle filiere agroalimentari di pregio”
Giovedì 18 novembre 2010 - Villamaina, Rocca San Felice (AV)


Comunicato Stampa

Nel trentennale del terribile terremoto che colpì l’Irpinia ed altre aree della Campania e Basilicata, Il Gal Cilsi (Centro d’Iniziativa Leader per lo Sviluppo dell’Irpinia) inaugura giovedì 18 novembre 2010 un ciclo di seminari per presentare e dibattere una serie di progetti, buone pratiche e casi di studio legati all’area del cratere irpino, nel segno della cultura della programmazione in luogo di quella dell’emergenza.

La prima delle sei giornate di incontri che vedranno impegnati esperti, docenti universitari, tecnici, testimoni privilegiati, rappresentanti istituzionali e dell’associazionismo economico, sociale e culturale, si articola in due sessioni, di cui quella mattutina, con inizio alle ore 9.30, si tiene a Villamaina presso l’Antica Taverna, mentre quella pomeridiana, con inizio alle ore 16.00, si tiene a Rocca San Felice presso il Ristorante la Ripa.

Nella sessione mattutina di Villamaina, dopo i saluti del sindaco Michele Marruzzo e del presidente GAL CILSI Ettore Mocella, Mario Salzarulo, coordinatore del GAL CILSI, apre i lavori in cui verranno analizzate una serie di esperienze mirate alla valorizzazione delle produzioni artigianali  e delle filiere agroalimentari di pregio. Sono previsti gli interventi di Nicola Trunfio, assessore del comune di Villamaina, Angelo Peretta, dirigente STAPA CePICA Avellino, Maria Sarnataro, vice presidente ONAF, Piero Sardo, presidente Fondazione Slow Food per la Biodiversità, di diversi operatori agricoli ed artigianali e ristoratori locali, come pure rappresentanti delle associazioni di categoria partner del GAL CILSI.

Situato nel cuore della verde Irpinia su una collina che domina sulla vallata del Fredane e si affaccia sulla più celebre Valle di Ansanto, Villamaina è un paesino che supera appena i mille abitanti. E’ un paese piccolo ma  ricco di storia (romana, normanna, longobarda, moderna), oggi ha un aspetto moderno, in quanto quasi interamente dopo essere stato gravemente danneggiato dal sisma del 23 Novembre 1980. Attualmente il comune si compone di ben 36 contade, la più nota delle quali è quella dei Bagni, dove si trovano le Terme di san Teodoro. Oltre alla sua naturale vocazione turistica, può dirsi essenzialmente agricolo (cereali, tabacco, ortaggi, vite e ulivo).

Nella sessione pomeridiana a Rocca San Felice, dopo i saluti del sindaco Giuseppe Fiorillo, Serafino Celano, responsabile SAT/GAL CILSI apre i lavori che saranno incentrati sulle linee strategiche del PSL (Piano di Sviluppo Locale) approvato dalla Regione Campania (ASSE 4 del PSR 2007-2013) e sulle proposte di implementazione di reti territoriali tematiche. Sono previsti gli interventi di Vincenzo D’Amato, presidente Ordine Medici Veterinari, Gaetano Pascale, presidente Slow Food Campania, Alfonso Tartaglia, direttore STAPA CePICA, Roberto Rubino, presidente ANFOSC e Raffaele Coppola, assessore agricoltura della Provincia di Avellino. Coordinerà il seminario Giustino Catalano, fiduciario Slow Food, ed è annunciata la partecipazione dei sindaci di altri comuni ricadenti nell’area del Carmasciano.

Rocca San Felice è situato tra i fiumi Fredane e Ufita, ai piedi della collina su cui sorge un castello ubicato in splendida posizione panoramica, da cui si domina la sottostante mitica "Ampsanctus" o "Ansanctus" (Valle d'Ansanto). Il paese irpino è un luogo di grande suggestione, oltre che archeologica e paesaggistica, anche naturalistica ed ambientale. Immerso nel verde delle campagne e dei boschi circostanti, come il Bosco di Migliano, è prossimo al piccolo lago della Mefite, da cui fuoriesce gas naturale che fa ribollire la terra fangosa.

Gli incontri sono tutti aperti al pubblico e gratuiti, ed è previsto il rilascio di un attestato.

Per partecipare è necessario prenotarsi compilando l’apposito modulo on-line, che si trova sul sito web www.galcilsi.it, o contattando gli uffici del GAL CILSI, piazza della Vittoria 20/22 - 83047 Lioni (AV) - tel.: 0827 270013, fax: 0827 270942, e-mail: This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it .


Andrea Paglia
Ufficio Stampa
This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it

+ 39 339 6229656

 
Friday, 05 November 2010 12:27

 “Tra emergenza e programmazione 1980/2010”
Ciclo di seminari e dibattiti
organizzato da GAL CILSI
18-23 novembre 2010, Irpinia
 

Comunicato stampa

Sono passati 30 anni dal terremoto in Irpinia, 30 anni dal celebre accorato appello dell’allora Presidente Pertini che chiedeva al mondo politico-istituzionale ed alla società civile di fare presto e di intervenire in soccorso delle comunità colpite dalla catastrofe. Sono trascorsi 30 anni da allora e, fortunatamente, quell’appello ad agire subito per fronteggiare l’emergenza ha lasciato il posto alla necessità di individuare i mezzi più idonei, oltre l’emergenza e a favore di una cultura della programmazione, per stimolare lo sviluppo dell’Irpinia, nella ricerca di modelli più efficaci per valorizzare le sue notevoli e a volte celate potenzialità. In questa ottica di valorizzazione e promozione del territorio, il GAL CILSI (Centro d’Iniziativa Leader per lo Sviluppo dell’Irpinia) presenta un ciclo di seminari e dibattiti che si svolgeranno tra il 18 ed il 23 novembre 2010 in diverse cittadine dell’area del cratere irpino, ognuna significativa sotto determinati aspetti economici, sociali e culturali: Villamaina, Bisaccia, Calitri, Morra De Sanctis, S.Andrea di Conza, Torella dei Lombardi, Lacedonia, Aquilonia e Lioni. Qui, insieme alle linee strategiche del PSL (Piano di Sviluppo Locale) approvato dalla Regione Campania (ASSE 4 del PSR 2007-2013), verranno presentate una serie di esperienze, progetti e buone pratiche che hanno visto quale scenario di attuazione l’Irpinia, spesso proprio grazie all’impulso ed al coordinamento fornito dal Gruppo di Azione Locale CILSI: progetti di valorizzazione delle eccellenze enogastronomiche, linee di pianificazione territoriale ed urbanistica, contributi dell’associazionismo e del volontariato, sviluppi nei settori delle energie rinnovabili, dell’ICT e dei media. I seminari-laboratorio vedranno la partecipazione di esperti, docenti universitari, tecnici, testimoni privilegiati, rappresentanti istituzionali e dell’associazionismo economico, sociale e culturale. Il GAL CILSI intende creare momenti di confronto e approfondimento sulle tematiche sopra menzionate, allo scopo di rilanciare il suo ruolo di ente fortemente radicato nel territorio, in continuo dialogo con i cittadini, con le loro necessità ed i loro desideri. L’intensa attività dell’ente ha inizio dalla sua costituzione, realizzata nel 1991, e trova la ragione d’essere nella sua vocazione di anello di trasmissione tra le linee guida, le azioni ed i fondi della Unione Europea e la realtà della provincia campana. 

 Questo nel dettaglio il programma del ciclo di incontri:

 Giovedì 18 novembre 2010
Valorizzazione delle produzioni artigianali e delle filiere agroalimentari di pregio

Villamaina (Antica Taverna) ore 9,30 - Rocca San Felice (Ristorante La Ripa) ore 16,30

Venerdì 19 novembre 2010
Pianificazione territoriale e urbanistica: qualità dei borghi e del paesaggio rurale
Bisaccia (Castello Ducale) ore 9,30 - Calitri (Sala ex ECA) ore 16,30

Sabato 20 novembre 2010
La rete interregionale per il “Patto Val d’Ofanto” - Irpinia, Basilicata e Puglia

Morra De Sanctis (Castello Biondi-Morra) ore 9,30
Conza Della Campania (Municipio) ore 16,30

Domenica 21 novembre 2010
Il contributo dell’associazionismo e del volontariato nelle politiche sociali

Torella Dei Lombardi (Castello Candriano) ore 16,30

Lunedì 22 novembre 2010
Nuova impresa e nuova economia: energia rinnovabile, ICT e Media

Lacedonia (Cinema) ore 9,30 - Aquilonia (Municipio) ore 16,30

Martedì 23 novembre 2010

Esperienze di sviluppo locale nelle zone interne: problemi e prospettive a trent’anni dal terremoto del 1980
Lioni (Municipio) ore 9,30

 Ogni seminario è articolato in due sessioni di lavoro. La prima sessione è dedicata all’analisi delle esperienze più significative dell’ultimo trentennio; la seconda, rivolta alla presentazione delle linee strategiche del PSL, prevede un approfondimento del contesto locale (indicazioni, esigenze, fabbisogni) e delle politiche di sviluppo per le aree rurali. Gli incontri sono tutti aperti al pubblico e gratuiti, ed è previsto il rilascio di un attestato.
Per partecipare è necessario prenotarsi compilando l’apposito modulo on-line, che si trova sul sito web www.galcilsi.it, o contattando gli uffici del GAL CILSI, piazza della Vittoria 20/22 - 83047 Lioni (AV) - tel.: 0827 270013, fax: 0827 270942, e-mail: This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it .

Andrea Paglia
Ufficio Stampa
This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it

+ 39 339 6229656