Il GAL CILSI è un Consorzio pubblico-privato costituito nel 1991, per iniziativa del CRESM (Centro di Ricerche Economiche e Sociali per il Meridione), secondo le indicazioni del Programma d’Iniziativa Comunitaria (PIC) LEADER, acronimo dal francese Liaison Entre Actions de Développement de l'Économie Rurale (Collegamento fra azioni di sviluppo dell’economia rurale).
Il GAL, accanto all’opera di sensibilizzazione finalizzata all’implementazione della Rete Territoriale per lo sviluppo locale in Alta Irpinia, in collaborazione con il CRESM, progetta e organizza attività di formazione di giovani dell’area (Agenti di sviluppo, Esperti di analisi ambientale e di reti telematiche, Animatori e guide turistiche, Esperti di restauro architettonico, Operatori di computer grafica, Filmaker).
Tra 1995 e il 2001 il CILSI, attraverso la propria struttura tecnica, progetta e realizza il Piano di Azione Locale “Terre d’Irpinia”, nell’ambito del Programma di Iniziativa Comunitaria LEADER II.
Nello stesso periodo, in qualità di capofila, in partenariato con i GAL Tierra de Campos (Spagna) e ADRACES (Portogallo), con la Confederazione delle Associazioni dei Produttori Agricoli (Ungheria), attua il progetto di cooperazione transnazionale finalizzato alla costruzione di una rete per la valorizzazione delle produzioni agroalimentari di pregio.
Il GAL, in collaborazione con il CRESM ed i comuni soci, realizza il progetto Parco Letterario Francesco De Sanctis, finanziato nell’ambito della sovvenzione globale “I Parchi Letterari”.
A seguito di una intensa attività di concertazione territoriale, il GAL CILSI, in partenariato con i GAL Terminio Cervialto e UFITA, costituisce l’ATI Verde Irpinia per la progettazione e l’attuazione del Piano di Sviluppo Locale “Terre d’Irpinia – Villaggi delle Fonti”, a valere sull’Iniziativa Comunitaria LEADER Plus. Le attività del PSL si concludono nel giugno 2008 e con esse quelle relative ai progetti di cooperazione, nei quali il CILSI è attivamente coinvolto: “Valorizzazione del sistema di allevamento pastorale e transumante dei bovini podolici dell’Italia meridionale: cultura, natura, turismo e produzioni”; “Riscoperta e Valorizzazione della Ruralità Mediterranea”; “Villages of Tradition”.
Con l’applicazione del Regolamento (CE) n. 1698/2005 del consiglio sul sostegno allo sviluppo rurale, il metodo LEADER entra a pieno titolo nella programmazione regionale del FEASR ed ai GAL viene riconosciuto il ruolo di Agenzie di Sviluppo Locale per le aree rurali.
L’organo decisionale del Consorzio CILSI, dopo una attenta valutazione svolta di concerto con i soggetti pubblici e privati interessati, individua l’Alta Irpinia (STS C1) quale area d’intervento, nell’ambito dell’ASSE 4 del PSR Campania 2007-2013.