Viabilità - L’Irpinia, naturale cerniera tra il Tirre­no e l’Adriatico, ha presentato fin dai tempi più remoti una viabilità volta a collegare le due regioni costiere.

Nell’ambito dell’area del PSL la rete viaria è par­ticolarmente articolata. I collegamenti con il capoluogo irpino e con le regioni confinanti sono assicurati da tre importanti assi stradali: l’auto­strada A16 Napoli-Bari, l’Ofantina Bis e l’asse Lioni-Contursi che collega l’Ofantina Bis all’au­tostrada Salerno-Reggio Calabria.

In dettaglio: dall’A16, uscita Avellino Est, con la SS. Ofantina bis è possibile raggiungere i comuni di Montella, Bagnoli Irpino, Cassano Irpino, Nusco, Lioni, Caposele, Morra de Sanctis, Teora, Conza della Campania, Sant’Andrea di Conza, Calitri. Con la SS 7, Montemarano, Torella dei Lombardi e Sant’Angelo dei Lombardi; dall’A16, uscita Grottaminarda, con la SS 102, Taurasi e Sant’Angelo all’Esca; con le SS 90 e 303 Fonta­narosa, Paternopoli e Castelfranci (collegati dalla SS 164), Gesualdo e Villamaina (attraverso la SS.428), Frigento (SP. 38), Rocca San Felice, Guardia Lombardi e, con la SS.91, Carife e Castelbaronia; dall’A16, uscita Vallata, con la SS 91bis e 91, Trevico, Vallata e Andretta; dall’A16, uscita Lacedonia, Lacedonia e Bisaccia, Aquilo­nia, Cairano e Calitri (SS 399) e Monteverde (SS 303).