NOTE

1 La terra di mezzo, luoghi e storie d’Irpinia, Elio Selli­no editore, Pratola Serra, Avellino, 2000. 2 Messaggio agli amici di Bisaccia, da Poeti del Sud, a cura di Paolo Saggese, Elio Sellino editore, Avellino, 2003, p. 157.

3Francesco De Sanctis, Un viaggio elettorale, a cura di Attilio Marinari, Firenze, La Nuova Italia, 1970, p. 16. 4 Un viaggio elettorale, cit., p. 46. 5 Viaggio nel cratere, con una lettera di Gianni Celati, Sironi editore, Milano, 2003, p. 114. 6 “Il Mattino” del 27 marzo 2005, pp. 1 e 18. 7 Un viaggio elettorale, cit., p. 70. 8 La storia di Michele, da Dagli Appennini alle monta­gne rocciose (e ritorno). Testimonianze e rimembranze per Dante Della Terza, a cura di Vittorio Russo, Biblio­polis, Napoli, 1996, p. 193. 9Il racconto di Soldati, dal titolo Fuga in Italia, è stato edito varie volte a partire dal 1947, di recente una parte anche in L’Irpinia nella seconda guerra mondiale. Dalla crisi del regime fascista alla liberazione, a cura di

Francesco Barra; Testimonianze letterarie e cronache, a cura di Paolo Saggese, Prefazione di Antonio Maccani­co, Centro Guido Dorso, Studi Meridionali 10, Avellino, 2004, pp. 339-348. 10 Ugo Piscopo, Irpinia sette universi cento campanili. Percorsi e spaccati, ESI, Napoli, 1998. 11 Piscopo, Irpinia sette universi, cit., p. 49. 12 Si veda G. Berkeley, Viaggio in Italia, tr. it. a cura di Th. E. Jessop e M. Fimiani, Bibliopolis, Napoli, 1979, e l’analisi di Minichiello, op. cit., pp. 31-33. 13 Henry Swinburne: un viaggiatore inglese nell’Irpinia del ’700, a cura di Pia Cannavale, introduzione di Fran­cesco Barra, Liberamente liber, Avellino, 1997, p. 25. 14 Cfr. Simonetta Ieppariello, Un compositore sulle tracce del madrigalista, e Gennaro Iannarone, Quelle geniali dissonanze di Stravinskij e Gesualdo, “Ottopa­gine” del 1° luglio 2007, p. 8. 15 L’opera di Giustino Fortunato si intitola L’Appennino della Campania, a cura della sezione napoletana del Club Alpino italiano, Napoli, 1884. La citazione è trat­ta da Giustino Fortunato nella Piana di Verteglia, a cura di Carlo Ciociola, “Il Monte”, Anno IV - n. 1, genn. ­mar. 2007, p. 92. 16 Ibidem (Il corsivo è mio). 17 Op. cit., p. 94. 18 Qui, Hugot descrive il Santuario del Santissimo Sal­vatore, non quello di San Francesco a Folloni, che sorge sempre nella valle di Montella. 19 Da Gianni Marino, Addio Nusco di Pierre Hugot, il Calamaio, Atripalda (Av), 1992, p. 21. 20 Cfr. L’Irpinia nella seconda guerra mondiale. Dalla crisi del regime fascista alla liberazione, a cura di Fran­cesco Barra; Testimonianze letterarie e cronache, a cura di Paolo Saggese, cit. 21 Tratto da I Borghi più belli d’Italia. Il fascino dell’I­talia nascosta, Guida 2005, Società editrice romana, Roma, 2005, p. 359. 22 Paesi dell’anima, Prefazione di Carlo Franco, illu­strazioni di Andrea Celano, Rossi Editore, Napoli, 1995, p. 133. 23 Cfr. Operai. Viaggio all’interno della Fiat. La vita, le case, le fabbriche di una classe che non c’è più, Feltri­nelli, 1988. 24 Le citazioni sono tratte da G. Ungaretti, Vita d’un uomo II. Prose di viaggio e saggi I, Milano, Mondadori, 1969, pp. 357-362. 25 Si veda Alfonso Nannariello, Calitri. Una poesia di Ungaretti da ritrovare, Delta3 edizioni, Grottaminarda (Av), 2006, da cui è tratto il testo della poesia. 26 Le citazioni dell’opera di Giustino Fortunato sono tratte da Ofanto, a cura di Antonio Ruggiero, Bari, 2004, p. 19. 27 Op. cit., p. 58. 28Notturno Irpino, da Testimonianze Irpine, Tip. Irpina, Lioni (Av), 1976, p. 6. 29 La poesia, già edita nella raccolta Esodo, è tratta da Poeti del Sud 2, a cura di Paolo Saggese, Elio Sellino editore, Avellino, 2006, p. 176. Per la poesia irpina e per la rappresentazione dell’Irpinia si veda, oltre a que­sta antologia, anche Poeti del Sud, cit.; Poeti del Sud 3, a cura di Paolo Saggese, Elio Sellino editore, Avellino, 2007; Operai di Sogni. Poeti irpini del Novecento, a cura di Paolo Saggese, Elio Sellino editore, Avellino, 2007. 30 Per la produzione poetica legata al sisma del 23 novembre 1980 cfr. le antologie La poesia del terremo­to, presentazione di Franco Compasso, a cura di Luigi Pumpo, Edizioni “Presenza”, Marigliano, Na, 1983, e Quando il terremoto è nell’anima. I poeti del 23 novembre, a cura di Paolo Saggese, Elio Sellino edito­re, Avellino, 2006. Per la produzione saggistica e lette­raria cfr., tra gli altri, di Autori vari Quella sera c’era una luna luminosa, a cura di Angelo Giusto, Edizioni Scriba, 1993, e 19.35. Scritti dalle macerie, a cura di Paolo Speranza, prefazione di Antonio Zollo, Edizioni Laceno, Atripalda (Av), 2005. 31 Per la bibliografia e le citazioni relative alla Mefite rinvio a Paolo Saggese, Virgilio e la Valle d’Ansanto. Un suggestivo incontro con gli Inferi, “L’Irpinia Illustrata”, 0, 2000, pp. 3-5. 32 Viaggio in Basilicata (1847), Edizioni Osanna Veno­sa, Venosa (Pz), 1990, p. 22. 33 Viaggio nel cratere, cit., p. 127. 34 Il pane e l’argilla, Filema, Napoli, 1999, pp. 97-98. 35 Op. cit., pp. 109-110.